73ma Giornata del Ringraziamento, Risso: "Filiera agricola sia più equa e corta"

“Lo stile cooperativo agricolo è ben presente storicamente nelle radici di un approccio che oggi realizziamo incarnando e aggiornando il principio della ‘terra a chi la lavora’, tanto caro alle battaglie della Cisl per il riscatto dei mezzadri: al centro del nostro progetto di rappresentanza e partecipazione, una filiera produttiva più equa e corta, capace di ripartire meglio il valore delle produzioni, valorizzare la biodiversità e le vocazioni territoriali, garantire la sicurezza alimentare e una maggiore consapevolezza dei consumatori”.

Lo ha detto il Presidente nazionale di Terra Viva, Claudio Risso, a margine della 73ª Giornata del Ringraziamento, ricorrenza del mondo agricolo in corso di svolgimento a Vercelli, sul tema “Lo stile cooperativo per lo sviluppo dell’agricoltura”.

Applaudito ed accolto con grande emozione il video presentato per l’occasione da Claudio Risso e dal Vicepresidente di Terra Viva Giovanni Lo Bello: un estratto del docufilm “Scusa Italia”, di Giovanni Panozzo, presentato in anteprima in un evento collaterale alla 80ma Mostra Cinematografica di Venezia, in cui si narrano storie di impresa e lavoro come riscatto sociale, recupero ambientale e affermazione della legalità.

“L’episodio – ha spiegato Risso – racconta la cascina dell’Opera Don Guanella con cui collaboriamo, una cooperativa molto apprezzata nel territorio di Valmadrera, in provincia di Lecco, perché qui si fa agricoltura sociale con tanto di birrificio, agriturismo, fattoria didattica, stalla, caseificio, panificio: è molto più di un’impresa agricola, è un luogo dove si praticano l’accoglienza, la cura, la formazione e l’inserimento lavorativo di giovani a rischio di esclusione sociale. Si tratta di una buona pratica che nel tempo ha dato opportunità anche a ragazze e ragazzi emarginati per diversi motivi, a causa di una disabilità oppure di un percorso derivante dal circuito penale minorile o anche perché arrivati in Italia come stranieri non accompagnati. Crediamo che realizzare cose concrete come queste sia la migliore risposta per praticare il nostro pragmatismo e dare gambe ai nostri valori di solidarietà, fraternità e sviluppo partecipato”.

Promossa dalla Cei in collaborazione con Terra Viva, Fai-Cisl, Coldiretti, Acli Terra, Federagri-Mcl, la ricorrenza si chiude domani con la celebrazione eucaristica nella Basilica Cattedrale Metropolitana di Sant’Eusebio, presieduta da Mons. Marco Arnolfo e trasmessa alle 11 in diretta su Rai Uno. A seguire, la benedizione dei mezzi agricoli e degli stand delle associazioni, in cui Terra Viva sarà presente con i propri produttori associati per degustazioni di diverse eccellenze enogastronomiche provenienti da tutta Italia.

Assemblea Organizzativa FAI-CISL, Risso: “Terra Viva polo di aggregazione di liberi produttori agricoli"

“L’agricoltura è un settore fondamentale per via del suo ruolo di primo piano nella filiera alimentare e produttiva, oggi affronta sfide senza precedenti, come i cambiamenti climatici, la globalizzazione, i nuovi modelli di consumo, il livello demografico: come Terra Viva ci candidiamo ad essere punto di aggregazione per dar vita a un polo di liberi produttori agricoli, con obiettivi e valori comuni”.

Lo ha detto il Presidente di Terra Viva Claudio Risso intervenendo oggi a Roma all’Assemblea Organizzativa nazionale della Fai-Cisl.

“Ci sono meno aziende agricole – ha detto Risso – ma più estese e con maggior valore economico, prevale una forma familiare, ma è in corso un processo di progressiva trasformazione, aumentano le imprese di altro status giuridico, soprattutto le società di capitali: per quanto riguarda, le nostre priorità, è urgente intervenire sul ricambio generazionale, perché giovani e donne sono ancora poco rappresentati, i giovani in maniera particolare nel Mezzogiorno e le donne maggiormente nel nord del Paese”.

“La nostra cultura organizzativa è identitaria, resiliente, sostenibile – ha aggiunto il leader di Terra Viva – e punta a saper interpretare, guidare e governare i cambiamenti. Per questo continueremo a promuovere le nostre campagne e il progetto Coltiva il Gusto con iniziative nelle occasioni di rappresentanza, piani di comunicazione e marketing per far conoscere i processi di produzione che portano il cibo sulle nostre tavole, coinvolgendo gli associati CISL, per creare una grande comunità di consumatori che contribuiranno a far conoscere e crescere le nostre realtà produttive. Facciamo del cantiere sempre aperto di Terra Viva una grande casa inclusiva, aperta, consapevoli che dietro i numeri della rappresentanza ci sono donne e uomini che ogni giorno con la loro fatica contribuiscono a tenere in piedi il nostro Paese”.

All’Assemblea, dal titolo “Sinergie militanti per guidare il cambiamento”, hanno partecipato oltre 400 delegati, operatori e dirigenti. La giornata si è aperta con un appello per la pace in Medio Oriente ed è proseguita con gli interventi dei vertici di Caf, Inas, Anolf, Ial, Fnp e del Prof. Aldo Carera, che ha presentato il Bilancio sociale della Fai-Cisl. Si sono tenuti inoltre diversi videocollegamenti con sedi sindacali, delegati, operatori, lavoratori forestali, mentre il Dipartimento organizzativo nazionale della Federazione ha presentato i risultati di una rilevazione interna all’organizzazione. Dopo un ampio dibattito ha concluso la giornata Daniela Fumarola, Segretaria nazionale della Cisl.

CNEL, Claudio Risso eletto vicepresidente: "Onore e gratitudine per questo nuovo incarico"

COMUNICATO STAMPA

CNEL, Claudio Risso eletto vicepresidente: "Onore e gratitudine per questo nuovo incarico"

Ufficio Stampa Terra Viva, 22 settembre 2023 - Claudio Risso, Presidente di Terra Viva Nazionale, è stato eletto oggi Vicepresidente del CNEL. “Accolgo con onore e profonda gratitudine questo nuovo incarico, che eserciterò con passione e impegno per contribuire a rilanciare il prestigioso ruolo del Cnel e innovare le relazioni sindacali e istituzionali", dichiara Risso, che aggiunge: "Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla mia elezione, lavorerò in sintonia con tutti gli altri componenti dell'ente affinché sia centrale nell'agenda politica e istituzionale la promozione del dialogo sociale a tutela dei lavoratori e per la crescita del Paese". Congratulazioni e auguri di buon lavoro a Claudio Risso sono giunti da tutti i Presidenti Regionali di Terra Viva, dal Segretario Generale della FAI CISL Onofrio Rota e dal Segretario Generale della CISL Luigi Sbarra.

Agricoltura, intervista al Presidente Claudio Risso: “Filiera diseguale, aumentare reddito e semplificare accesso al credito”

Claudio Risso intervista 30 agosto 23

 

Ufficio Stampa Terra Viva Cisl, 30 Agosto 2023. "La prima grande necessità che hanno i produttori è aumentare il reddito, perché le nostre piccole e medie imprese agricole per stare sul mercato hanno bisogno che si cambi la prospettiva: abbiamo una filiera produttiva non equa e troppo lunga, che fa rimanere ai produttori solo pochi centesimi rispetto alla ripartizione del valore, schiacciati come sono fra rincari energetici, caro dei materiali e inflazione, perché il valore portato dall’aumento dell’inflazione va in gran parte nell’ultimo anello della filiera, cioè la distribuzione".
Lo afferma il Presidente nazionale di Terra Viva Cisl Claudio Risso in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano online Cuore Economico.
"Altra questione - aggiunge Risso - è che in Italia ci sono 1,7 milioni di aziende agricole, un numero sempre in calo negli ultimi 20 anni, a causa di un mancato ricambio generazionale: la professione agricola non ha appeal sulle giovani generazioni, eppure i dati ci dimostrano che le aziende under 40 sono più vitali, senza contare che con le nuove tecnologie, i giovani possono dare un apporto importante allo sviluppo del comparto agricolo, anche con nuove figure professionali”.
Tra i temi affrontati nell'intervista, la questione dei mutui e dell’accesso al credito per le aziende agricole: “Ismea - afferma Risso - dà una grande mano al settore, ma bisognerebbe rendere maggiormente fruibili tutti gli strumenti che ci sono, spesso nemmeno troppo conosciuti, per rendere più facile l’accesso al credito e la digitalizzazione. Serve semplificazione, da tutti i punti di vista, perché aiuterebbe anche a trovare nuove forme di accesso al credito. Poi abbiamo il Pnrr, che va reso disponibile al massimo".


L'intervista completa è disponibile su www.cuoreeconomico.com

 

Maltempo, Terra Viva Cisl: “Bene Figliuolo con parti sociali, ma priorità rimane la ripartenza dell’agricoltura: temiamo l’abbandono dei territori”

figliuolo 23

COMUNICATO STAMPA

Maltempo, Terra Viva Cisl: “Bene Figliuolo con parti sociali, ma priorità rimane la ripartenza dell’agricoltura: temiamo l’abbandono dei territori”

Ufficio Stampa Terra Viva, 1 agosto 2023. “Troviamo ragionevole l’aggiornamento entro due mesi della lista dei comuni alluvionati, ma prioritaria rimane la ripartenza della nostra agricoltura: il sistema produttivo è saltato e bisogna ripristinarlo al più presto con sburocratizzazione e ristori rapidi alle imprese colpite”.

Così il Presidente nazionale di Terra Viva Cisl Claudio Risso e il Presidente regionale Roberto Padovani commentano l’incontro svolto oggi a Imola con il Generale Francesco Figliuolo, Commissario per l’alluvione in Emilia Romagna.

“I danni ingenti provocati dal maltempo del maggio scorso in regione – affermano Risso e Padovani, che ha partecipato al tavolo con le associazioni agricole e i sindacati – vanno valutati in base al loro reale impatto sul territorio: a titolo esemplificativo, il Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale ha quantificato in circa 1 miliardo di euro i danni calcolati per le sole frane su quattro delle vallate colpite, ma se pensiamo che le vallate coinvolte, con i relativi fiumi esondati, sono sedici, emerge chiaramente che la cifra calcolata dall’Assessorato regionale, stimata in 1 miliardo e mezzo, è ampiamente sottostimata, senza contare peraltro tutti i danni avuti in pianura”.

“Anche l’opportunità fornita dal Pnrr, con 880 milioni da investire nel sistema irriguo e nella gestione forestale – aggiungono Risso e Padovani – non va sprecata: chiediamo al governo di attivare immediatamente tutti i sostegni possibili alle imprese colpite e di rendere strutturale il potenziamento delle infrastrutture utili al comparto agricolo, a cominciare dalle reti viarie senza le quali temiamo fortemente l’abbandono del territorio e delle aree interne: bisogna fare tutto il possibile per stare al fianco della popolazione e dei produttori perché non si sentano abbandonati e perché partecipino attivamente alla ripartenza dell’Emilia Romagna”.

Logo Terra viva

 

 

 

Associazione Liberi Produttori Agricoli
Via Piave, 66 – 00187 Roma

Tel: 06 8559898 - Email: terraviva@terravivacisl.it

Banner CAA

Logo Terra viva

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.